Accessibilità | Mappa del Sito

Comitato


I Componenti del Comitato Fondo Bombole Metano sono rappresentanti dei Ministeri coinvolti (Sviluppo Economico, Tesoro e Finanze, Trasporti) dei distributori e dei produttori di metano, dei proprietari di carri bombolai e della società concessionaria (Eni S.p.A.) I compensi per le loro prestazioni professionali sono a carico del Fondo e la loro entità è regolata dagli organismi di competenza.
Il Comitato provvede all'amministrazione del Fondo ed in particolare:

- determina i contributi di cui all'art.3, commi 1, 2 e 4 della legge 145/90;
- delibera su ogni operazione gestionale e promozionale ai sensi dell'art.13 della legge 640/50, come modificato dall'art.4,comma 1, lettera d) della legge 145/90:
- vigila sull'espletamento dei servizi tecnici e amministrativi;
- formula e trasmette il rendiconto annuale ai sensi dell'art.15 della legge 640/50, come modificato dall'art.4, comma 1, lettera e) della legge 145/90.

Il Comitato si riunisce obbligatoriamente nel corso del primo mese di ogni trimestre per la determinazione dei contributi e secondo necessità, in relazione agli argomenti da trattare.



Decreto di nomina del "Comitato di Gestione Fondo Bombole Metano"

Revisori

La vigilanza ed il controllo della gestione del Fondo sono demandati ad un Collegio di Revisori, che esercita le stesse funzioni che spettano ai sindaci delle società per azioni in quanto applicabili, ed è composto da funzionari del Ministero del Tesoro e Finanze e dello Sviluppo Economico.