Accessibilità | Mappa del Sito

Cosa Facciamo

1°) Le attività di indirizzo e controllo del Comitato Fondo Bombole Metano riguardano principalmente le problematiche relative alla garanzia di sicurezza per gli utenti, sia privati che pubblici, oltre a vigilare sulla diligente gestione economica del parco bombole e servizi.
Tali attività assumono sempre maggiore rilevanza alla luce dello sviluppo che il metano sta avendo, evidenziato dall'incremento dei consumi che si è consolidato in questi anni, per l'immissione sul mercato di auto alimentate a metano da parte delle maggiori case automobilistiche insieme alla scelta di molte Aziende Comunali Municipalizzate di immettere autobus pubblici alimentati a metano.


2°) Il Fondo Bombole Metano non è altro che un fondo monetario amministrato dal Comitato Fondo Bombole Metano, alimentato da un contributo che è parte integrante del prezzo del metano pagato da tutti gli utenti al momento del rifornimento.
Con questo contributo vengono assicurati all'utenza il collaudo e l'interscambio delle bombole, la sostituzione gratuita di quelle scartate alle revisioni, una adeguata copertura assicurativa oltre alle altre attività operative. Un contributo è previsto anche per le bombole utilizzate per il trasporto del metano a mezzo carri bombolai. Il suddetto contributo garantisce all'utente l'intercambio gratuito della bombola alla data di scadenza, la copertura assicurativa RCV, le spese di collaudo delle bombole ed il loro trasporto ai centri di collaudo.

TUTTE LE ATTIVITA' SONO FINALIZZATE ALLA SICUREZZA NELL'UTILIZZO DELLE BOMBOLE PER METANO AUTOTRAZIONE. RIMANGONO A CARICO DELL'UTENZA SOLO LE SPESE DI MANODOPERA DELL'OFFICINA E IL TRASPORTO DELLE BOMBOLE, PRIVE DI VALVOLA DI SICUREZZA, DALL'OFFICINA AL PIU' VICINO DEPOSITO/MAGAZZINO FIDUCIARIO.

3°) Il Fondo Bombole Metano non ha dipendenti e non ha personalità giuridica, ma tuttavia assicura, per sua autonomia, tutti gli adempimenti fiscali e amministrativi; esso, come sopra ricordato, viene alimentato da contributi versati dagli utenti e, quindi, non grava in alcun modo sul BILANCIO DELLO STATO.